Ti trovi su Home » Archivio categoria 'Festività'

Archivio della Categoria ‘Festività’

    
La Festa de Noantri
Pubblicato il 21-09-2018

E’ la festa di Trastevere ovvero dei trasteverini, qualificati come “noantri” in opposizione ai “voantri” che sono quelli degli altri rioni, e sembra che il termine si sia originato da una frase detta da un trasteverino a un “bullo” di un altro rione che nella calca della festa infastidiva una bella trasteverina: “Che ne diressivo voantri si noantri quanno venissimo alle feste de voantri ce comportassimo come ve comportate voantri alla festa de noantri?“.

Si svolge per otto giorni da sabato precedente la ricorrenza della Madonna del Carmine, che cade il 16 luglio, e in onore della quale nel pomeriggio del primo giorno dei festeggiamenti si ha una grande processione con la statua della Madonna trasportata dalla chiesa di Sant’Agata alla basilica di San Crisogono, dove resta per l’ottavario dell’adorazione.

    
La Festa del Pasquino
Pubblicato il 17-08-2018

Si svolgeva il 25 aprile, giorno di San Marco evangelista, come festa goliardica inserita nel vivo di una processione che i canonici di San Lorenzo in Damaso effettuavano attraversando il rione di Parione.

Studenti e docenti dell’Archiginnasio della Sapienza si portavano in corteo davanti alla statua di Pasquino che veniva addobbata con una maschera mitologica, raffigurante un personaggio del mondo antico, ogni anno su un tema diverso e che dava lo spunto alla scrittura e recita di epigrammi.

Gli epigrammi erano scritti da studenti e professori come esaltazione del regime e quindi la festa era ben vista dallo stesso papa, che autorizzava anche la nomina di un “protettore” nella persona di un cardinale e di un “segretario” che aveva la funzione di esaminare gli epigrammi per poi pubblicarli. La festa si svolse dal 1508 al 1539.

    
La festa dell’Immacolata
Pubblicato il 20-07-2018

E l’8 dicembre, e si tratta di una festa esclusivamente cattolica, senza manifestazioni di carattere civile. Rievoca la proclamazione del dogma che indica nella Madre di Dio l’unico essere concepito senza il peccato originale e che avvenne ad opera di Pio IX l’8 dicembre 1854.

Ogni anno, la mattina dell’8 dicembre, il papa celebra una breve funzione su un altare posto sotto la colonna dell’Immacolata a piazza Mignanelli, e i Vigili del fuoco si arrampicano con le scale per deporre una corona di fiori ai piedi della Madonna.

    
La Mostra delle Azalee
Pubblicato il 15-06-2018

E’ una sorta di festa della Primavera, che si svolge tra la fine di marzo e i primi di aprile e consiste nell’allestimento sulla scalinata di Trinità dei Monti,a piazza di Spagna, di una mostra delle azalee rinomata in tutto il mondo.

Vengono disposte circa tremila piante per due settimane, costituendo uno spettacolo pittoresco di grande effetto. Nel 1956 venne organizzata per la prima volta nello scenografico ambiente di sfondo a piazza di Spagna.

    
Il Natale
Pubblicato il 25-05-2018

E’ per eccellenza una festa tutta religiosa, dalla vigilia del 24 dicembre alla festività vera e propria del 25. Entrambi i giorni diventeranno nell’Ottocento caratterizzati da un particolare mangiare.

Innanzitutto il cenone, che la sera del 24 vedeva riunita a tavola tutta la famiglia. Dagli antipasti si passava agli spaghetti alle vongole, al pesce, in bianco o arrosto, con contorno di broccoli all’agro; poi il tradizionale capitone e il fritto, che accordava in unica fragranza mondo ittico e mondo vegetale.

Caratteristico dell’antivigilia, ovvero la notte del 23, era il cottìo che si svolgeva al Portico d’Ottavia, con la vendita di tutti gli ingredienti necessari alla preparazione del “cenone”.