Ti trovi su Home
Pubblicato in Piazze il 17-04-2020

Sono tre le tesi che ruotano intorno al nome, originatosi all’inizio del Cinquecento. La prima fa riferimento a un’osteria tenuta da mastro Pasquino in Parione (teoria riportata dallo scrittore Merlin Cocai). La seconda parla di un sarto chiamato Pasquino che con i suoi garzoni parlava liberamente “in biasimo de’ fatti del papa e de’ cardinali, […]

    
Ti trovi su Home
Pubblicato in Personaggi storici il 10-04-2020

Dopo aver abdicato nel 1654 per convertirsi al cattolicesimo, la regina di Svezia decise di trasferirsi in Italia. Arrivò a Roma accolta con grandi onori, entrando dalla Porta del Popolo e andando a risiedere a Palazzo Farnese. Dal 1688 si ritirò a Palazzo Corsini alla Lungara, dove morì nel 1689. E’ una delle tre donne […]

    
Ti trovi su Home
Pubblicato in Palazzi e case il 03-04-2020

Luogo di grandi amori è la Villa della Farnesina, che prende il nome dai Farnese, proprietari dal 1590 al 1704. La villa fu originariamente costruita come residenza del ricco banchiere senese Agostino Chigi, secondo un progetto di Baldassarre Peruzzi. Fu luogo di ricchi ed opulenti banchetti e ricevimenti. Straordinari gli affreschi del palazzo. Celebre è […]

    
Ti trovi su Home
Pubblicato in Personaggi storici il 27-03-2020

L’11 maggio 1861, in casa del dottor Tromba, cominciarono dei fenomeni incredibili: materassi che volavano per le stanze e poi si affacciavano al balcone, stoviglie che rimbalzavano sui muri, sedie che ballavano. Il povero Tromba, con moglie e figli, chiamò il parroco, che, di fronte allo spettacolo, impallidì e scappò. E così fece la famiglia […]

    
Ti trovi su Home
Pubblicato in Stornelli romani, Vie e Strade il 20-03-2020

Via delle Mantellate è così detta dall’abito delle religiose che possedevano in questa stradina un convento, poi trasformato in carcere femminile, oggi trasferito altrove, a Rebibbia. Così, dagli abiti delle suore, le Mantellate sono diventate sinonimo di prigioni femminili. Una canzone in dialetto romanesco rievoca la tristezza degli ambienti: “Le Mantellate so’ delle suore, ma […]